Category Archives: concerti

GIANMARIA SIMON, L’ENNESIMO MALECON, V REC. 2014

-1

Dopo le sontuose mangiate in famiglia a Natale cosa c’è di meglio che fare spazio nel salotto spostando tavolo e sedie per ballare, magari un po’ brilli, con amici e parenti? L’ennesimo Malecon potrebbe essere uno dei Cd da mettere nello stereo proprio a questo scopo. Sì, perché Gianmaria Simon propone un piacevole mix di musica tzigana, swing e milonga, che provoca come minimo il battito di piedi anche da parte dello zio più timido o della nonna troppo satolla. Il 38enne Gianmaria, nato a Sarzana ma cresciuto a Massa, ex suonatore di strada di Bob Dylan e Neil Young in Germania e Francia, studioso di fisarmonica e di Bach al conservatorio, con il suo album d’esordio (prima militava nei Trajet Karavani) propone 11 brani che sanno di campagna e osterie e che si muovono fra Leo Ferrè (vedi la cover di Marzibill), e la musica latina (L’ennesimo Malecon, la morbida e malinconica milonga di Prima che venga giorno), fra folk, balcanica (Ussaro o il singolo Lo chiamerei goliardo) e rock ‘n roll (Il baro). Nulla di nuovo, direte voi, ma la passione, il divertimento e la bravura di Gianmaria e dei numerosi musicisti fanno dimenticare che altri hanno già percorso questa strada. Da non perdere dal vivo, magari nella sua Sarzana, il 21 dicembre. (Katia Del Savio)

Tagged , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

JOAN E JOHN LIVE IN ITALIA

xZlcb0zG5Rqan70YikKxKHtsO6hNiGixc7y7BEjEUfzKft_jslAo_cvNBZJJaU6GyggpI7gS62gaZjjv8dQiqS2spe6TiuFatbbePmm4Z4wfEbEpQB-_aVoKmfSrWOnIqY1isblR1_mg5pXOJDt5U4qDqBh_4k_2Obl_aww=s0-d-e1-ftFoto Mayall_1

Due leggende della musica internazionale faranno tappa in Italia nel 2015. Si tratta di Joan Baez, che a marzo si esibirà in quattro concerti e terrà alcuni incontri nelle università, e di John Mayall, che è atteso per il prossimo autunno. La cantautrice americana paladina dei diritti civili sarà il 7 marzo a Bologna (Auditorium Canzoni), l’8 a Udine (Teatro Giovanni da Udine), il 10 all’Auditorium Parco della Musica di Roma e il 12 marzo al Teatro Arcimboldi di Milano. Il bluesman inglese, che negli ultimi dieci anni ha inciso per la sua etichetta indipendente Private Stash Records, si esibirà il 17 ottobre all’Auditorium Canzoni di Bologna, il giorno successivo al Teatro Civico di La Spezia e il 19 ottobre all’Alcatraz di Milano. I biglietti per i concerti di entrambi gli artisti sono disponibili da oggi tramite il circuito Ticketone.

Tagged , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

MARATONA MUSICALE CON MEI E AMNESTY

Mud

Dopo il suo concerto di S. Martino di Venezze (RO), avvenuto il 25 novembre in occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, Mud (Michele Negrini), vincitore del Premio Amnesty International Italia Emergenti 2014, si esibirà il 7 dicembre alle 12.15 in un mini live set a Milano sul palco di Eataly Smeraldo, durante la maratona musicale di cantautrici e cantautori promossa dal Mei per i suoi 20 anni e per la raccolta fondi dedicata a In Treno per la memoria. La rassegna inizia alle 10.30 con un intervento del giornalista e scrittore Daniele Biacchessi, seguito dalla scrittrice Adele Marini e dal cantautore Riccardo Fancini. La giornata verrà chiusa alle 17 dal concerto della Banda Putiferio. Il programma completo è disponibile su www.meiweb.it.

Tagged , , , , , , , , , , , , ,

BILAL SVELA LA NATURA DEL SOUL AL PUBBLICO ITALIANO

Bilal_01 easy

Non erano ancora svaniti nell’etere i vapori stregati di Halloween, che Bilal, soul singer di Philadelphia, già collaboratore di Common, Erykah Badu e Roots, intonava i primi vagiti nu-soul sul suolo italiano. Una voce calda, profonda e capace di spingersi con autorevole dolcezza verso il corpo sudato del funk, ha agitato la platea del Biko di Milano, indirizzando il pubblico talvolta verso la classicità di Donny Hathaway, altre spingendolo tra le braccia invitanti del migliore Prince degli anni Ottanta (Bilal sul palco ha le movenze e l’attitude tipica del genio di Minneapolis). L’unica data italiana del tour europeo di Bilal se da un lato è stata un’occasione per fare conoscere le ultime composizioni dell’album A Love Surreal, quarto album di una fortunata carriera, dall’altro ha proposto un ensemble (basso, batteria, chitarra e tastiere) non solo in grado di giocare all’interno dei singoli brani con i classici standard soul-funk ma anche di trarre da essi estemporanee ispirazione per gustose divagazioni sonore (che, per fortuna, non hanno risentito eccessivamente di un impianto sonoro non sempre all’altezza).

Bilal_04 easy

Per chi fosse stato digiuno di black music, lo show notturno di Mr. Oliver ha offerto un perfetto distillato in grado di rilanciare le speranze musicali di fan e neofiti del genere. Voto: 8/10 (Matteo Ceschi)

Tagged , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

DRINK TO ME, BRIGHT WHITE LIGHT, 42 RECORDS 2014

DTM_BWL-COVER-1

Sono passati dodici anni da quando i piemontesi Drink to Me muovevano i loro primi passi nel mondo della musica, inizialmente con una classica formazione da rock band, per poi evolversi in un’entità nuova, protesa verso la musica elettronica. Nel 2008 il primo album completo, Don’t Panic, Go Organic! venne registrato a Londra e uscì per l’etichetta italo-inglese Midfinger Records. Da allora i Drink to Me hanno pubblicato altri due album lanciandosi in mondi sonori vicini al krautrock e alla psichedelia. Dopo S, album molto apprezzato dalla critica, il frontman Marco Jacopo Bianchi nel 2013 si è lanciato con successo nel progetto solista denominato Cosmo, che con Disordine ha proposto un originale mix di cantautorato italiano condito da musica elettronica. Rientrato alla base ha lavorato alla realizzazione di questo quarto entusiasmante album, che ha nel primo singolo Bright (il cui ritornello infetta la mente come un virus che non se ne vuole andare) il riassunto di tutto ciò che i Drink to Me producono: musica sintetica al servizio di melodie pop. Un’alchimia perfetta che a tratti ricorda i Radiohead e soprattutto gli americani Animal Collective, ma che raramente prende pieghe oscure (nella dolcissima Wild si sospende per pochi secondi il beat per far ascoltare la voce solista di Marco Jacopo che si prende in giro facendosi poi una risata) e questa è la vera cifra del gruppo. In Bright White Light i Drink to Me, accostano campionamenti di svariate provenienze: loro stessi hanno detto di aver utilizzato dai frammenti di musica in stile Motown alla voce di Clod del duo italiano Iori’s Eyes, ma descrivere la musica elettronica è quasi impossibile. Non vi resta che ascoltarli e lasciarvi rapire fino al fruscio di “fine programmi” di Estatic. Potete trovare questa recensione anche nel nostro foglio d’informazione mensile scaricabile gratuitamente nella sezione Magazine. I Drink To Me partono in tour domani 26 ottobre. Per informazioni potete visitare il sito http://www.locusta.net. (Katia Del Savio)

 

Tagged , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

IL DISORDINE DELLE COSE, NEL POSTO GIUSTO, BLACK CANDY 2014

Ildisordine

Nel posto giusto provoca stupore continuo. Il terzo disco della band piemontese, registrato al CaVa Sound Studio di Glasgow, come i lavori precedenti, è un album che sfugge alle definizioni. Anche all’interno dello stesso brano, quando si crede di star ascoltando del tipico cantautorato italiano, poche battute più avanti ci si ritrova invischiati in sonorità complesse che non si sa dove possano portare (La statua); quando si pensa di essere dalle parti di un rassicurante pop beatlesiano si finisce per perdersi in un finale dilatato (Conseguenze). Se si crede di assistere a un film epico (il coinvolgente brano d’apertura Non basta mai), ci si ritrova immersi negli archi sognanti del brano strumentale Just Woods; quando si parte per il viaggio intitolato Il giorno più normale la direzione del treno si chiama “ballata”, ma all’arrivo si scopre in realtà di essere giunti a “psichedelia”. Come La giostra, precedente album registrato in Islanda, anche Nel posto giusto risente ovviamente delle influenze del luogo dove è stato registrato, in questo caso grazie soprattutto alla collaborazione con Chris Geddes, tastierista dei Belle and Sebastian, che con le note del suo organo fornisce un tocco intimo alla conclusiva Sulla schiena, e con la vocalist, anche lei scozzese, Christine Bovil, presente in Un ponte sul fiume e nella stessa, delicatissima Sulla schiena. Pur essendo un disco dalla forte impronta internazionale, Nel posto giusto è interamente cantato in italiano e questa è la ciliegina sulla torta di un ottimo album. Trovate questa recensione anche su Indiana Music Magazine, il foglio di informazione mensile di Indiana scaricabile in pdf nella sezione Magazine. Per chi volesse farsi coinvolgere dal vivo dalle atmosfere de Il Disordine, dopo la prima data  di sabato 18, il loro tour prosegue con il concerto di Arona (24 ottobre – Meltin Pop), di Pavia (1 novembre – Spazio Musica), di Milano (12 novembre – Ohibò), di Roma (14 novembre – Le mura), di Napoli (15 novembre – Cabaret Portalba), di Asti (12 dicembre – Diavolo Rosso), di Catania (18 dicembre – La chiave) e di Lamezia Terme (19 dicembre – Off).  (Katia Del Savio)

Tagged , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

CINQUE ALLEGRI A TEATRO

Template Grande formato

I Tre Allegri Ragazzi Morti, gruppo indie-rock friulano capitanato dal fumettista Davide Toffolo, dopo aver festeggiato i loro vent’anni di carriera si apprestano a salire su un palco diverso dal solito, ovvero quello del Teatro Elfo Piccini di Milano (Sala Fassbinder). Dal 28 ottobre al 2 novembre Toffolo si esibirà, insieme ai performers Mimosa Campironi, Marco Imparato, Elisa Pavolini, Maria Roveran, Libero Stelluti e Matteo Vignati, che reciteranno, danzeranno e canteranno le canzoni del gruppo in uno spettacolo diretto da Eleonora Pippo, basato sul graphic novel del fumettista “Cinque allegri ragazzi morti” e in particolare sugli episodi “L’alternativa” e “La festa dei morti”. Il 31 ottobre, il primo e il 2 novembre il “Musical Lo-Fi”, come è stato definito dagli stessi autori, sarà seguito da un concerto degli stessi Tre Allegri Ragazzi Morti in versione unplugged o da ospiti speciali come Mellow Mood e Il Pan Del Diavolo.

Tagged , , , , , ,

PRESENTATA LA QUARTA EDIZIONE DI MEDIMEX

Pierpaolo Capovilla

Un ricco cast di artisti parteciperà alla quarta edizione del Medimex, Salone dell’innovazione musicale promosso da Puglia Sounds, che si terrà a Bari da giovedì 30 ottobre a sabato 1 novembre 2014. A partire da Vasco Rossi, che presenterà il suo nuovo disco, passando per Malika Ayane, Paolo Fresu, Giorgia, Gino Paoli, il trio composto da Niccolò Fabi, Daniele Silvestri e Max Gazzé, Brunori Sas, Manuel Agnelli, Cristina Donà, Diodato, Pierpaolo Capovilla (nella foto di Agnese Ermacora) e molti altri si esibiranno o incontreranno il pubblico. Verranno inoltre consegnati i premi Academy Medimex assegnati a Cesare Cremonini, Caparezza, Rocco Hunt e Levante. La tre giorni ospiterà anche una serie di incontri con operatori del settore, compresi i rappresentanti delle etichette indipendenti 42 Records, Mescal, La Tempesta e MarteLive, i meeting dei circuiti e che riuniscono i festival emergenti KeepOn e Superclub Italia. Vi sarà inoltre un occhio di riguardo per la musica mediterranea con le esibizioni di Mario Tronco, Nabil Salameh ed Enzo Avitabile e molto altro.

Tagged , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

IL TRIANGOLO TORNA ON THE ROAD

il_triangolo

Dopo il tour estivo e un’esibizione – tra le più apprezzate – al Miami Festival di Milano, il trio luinese beat rock Il Triangolo torna on the road con una serie di date nei club italiani: confermati finora i concerti di Torino (10/10, Hiroshima Mon Amour), Montefino (11/10, House Concerti), Roma (25/10, Circolo Degli Artisti), Milano (30/10, Bico), Ancona (7/11, Picadilly Bar), Teramo (8/11, Gallacaffè), Pavia (13/11, Spaziomusica) e Legnano (14/11, Circolone). La band presenterà sul palco Un’America, nuovo album uscito a maggio per Ghost Records.

Tagged , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

MEI, ECCO CHI SUONERA’ AL MEETING DI FAENZA

MEI logo_easy

Il MEI – Meeting delle Etichette Indipendenti sta per arrivare. Dal 26 al 28 settembre Faenza si trasformerà come ogni anno in un concerto permanente, che invaderà le strade e i locali della città. Non mancheranno convegni, incontri, workshop e presentazioni. Riassumiamo qui gli artisti più importanti che si esibiranno durante la tre giorni e che si aggiungeranno a moltissimi artisti emergenti. Venerdì 26 sarà dedicato alla finale del contest Mei Superstage con Marco Sbarbati e i Corvi e l’omaggio a Romagna mia con Moreno Conficconi, Mirco Mariani dei Saluti da Saturno. Sabato 27 si esibiranno i Tre Allegri Ragazzi Morti, Mannarino, Mario Venuti, Eugenio Finardi, Rezophonic, Zibba, Francesco Baccini, Arturo Salteri, Nathalie, Skiantos, Sud Sound System, Andy e molti altri. Domenica suoneranno Manuel Agnelli, ex CCCP, Daniele Ronda, Vallanzaska, Piotta, Cristiano Godano e Giancarlo Onorato, Gang, Cantierranti. Per conoscere il programma completo si può visitare il sito http://www.meiweb.it.

 

Tagged , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,
%d bloggers like this: