Tag Archives: street attitude

DIAMOND DISTRICT, MARCH ON WASHINGTON, FATBEATS RECORDS/MELLO MUSIC GROUP 2014-15

March on Washington_easy

Oddisee, Uptown XO e yU provengono dal più profondo underground del District of Columbia e il fatto di essere approdati alla Fatbeats Records – oggi la migliore etichetta hip-hop statunitense che per la qualità dei prodotti può rivaleggiare persino con l’estinta Rawkus – non ha smussato il loro approccio street e da commentario sociale. Il loro sguardo musicale rimane critico anche in un momento, quello della presidenza Obama, in cui molti con superficialità facilona dimenticano il “brutto che rimane in giro.” I Diamond District piombando sui palazzi del potere, li scoperchiano e rammentano a chi li abita che, solo a poche centinaia di metri dal Campidoglio e della Casa bianca, orde di disperati e delinquenti premono per uscire da edifici fatiscenti e ridisegnare con tinte forti la cartolina della capitale mondiale del potere. Ed è proprio al concetto di “power”, in particolare al potere delle parole e del suono, che il trio di MCs capitano da Oddisee (che produce tutto l’album) si affida per fare ritornare il rap alla sua prima missione, quella di “voce dei senza voce.” Senza gli isterismi “gansta” degli N.W.A., March on Washington raggiunge con un’efficacia tagliente in stile Public Enemy le menti di quanti sono disposti a vedere. A facilitare il compito, un tappeto di beat che più che al mood hardcore di Terminator X e soci sembra, invece, rifarsi al mood jazzato dei Gang Starr di Guru e DJ Premier. (Matteo Ceschi)

Tagged , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

L’OBIETTIVO DI INDIANA SI CALA NELLA QUOTIDIANITÀ

So Close-Così vicino presentazione_easy

Matteo Ceschi So Close/Così vicino
a cura di Federico Ramponi

AREA35,via Vigevano 35, Milano (opening 18:30-21:30)

Matteo Ceschi (1974) è milanese. Come giornalista musicale, ha scritto negli anni per le principali riviste del campo ed è tra i fondatori di INDIANA, testata on-line dedicato alla indie music. Ha cominciato con le foto dei solisti e delle band, ma anche dei buskers colti mentre suonavano per strada, scoprendosi interessato allo studio di carattere, alle espressioni del viso e alle posture più che all’immagine oleografica del chitarrista rock in posa. Il passaggio alla sua versione della street photography è venuto spontaneamente anche se un po’ per volta.

Tagged , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

NECRO & KOOL G RAP, Once Upon a Crime, PLR 2014

Once Upon a Crime

Due pezzi da novanta della scena rap a stelle&strisce fanno letteralmente a pezzi le certezze di coloro che pensavano di sapere tutto sul “gangsta rap”. Kool G Rap, padre fondatore del genere appena citato, accetta l’invito di di Necro, una delle migliori espressioni artistiche dello storico, per il movimento hip-hop, quartiere di Brooklyn, per riscriverne dapprincipio le regole o quantomeno ripulirne la storia da falsi miti. Lyrics hardcore, con crudi riferimenti a una delle inconfutabili realtà delle metropoli americane, la violenza, fanno bruciare storie urbane su beat assolutamente assassini riuscendo a spazzare via la pesante patina di glitter che negli ultimi anni aveva rischiato di soffocare il rap. Ricche citazioni jazz, funk e blaxploitation regalo all’album una musicalità rara. Un peccato mortale perderselo! (Matteo Ceschi)

FREE DOWNLOAD: http://noisetrade.com

Tagged , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,
%d bloggers like this: