Tag Archives: Sugar

MARIANNE MIRAGE, QUELLI COME ME, SUGAR 2016

71W3dIa-OOL._SL1199_

Fin da quando era piccola Marianne Mirage ha vissuto una vita immersa nell’arte e nella scoperta di culture diverse. Attrice e cantante, Marianne (vero nome Giovanna) debutta ora con il suo primo album che mescola sonorità e lingue diverse, anche se lo sfondo prevalente è decisamente black, come le r’n’b Lo so cosa fai, cantata con il rapper berlinese Elijah Hook, e Tu per me, o l’hip-hop Messi male. Ciò che rende speciale questo album però sono i due brani cantati in perfetto francese, lingua che con il recentissimo successo di Maitre Gims e l’esplosione negli ultimi anni di Stromae cavalca perfettamente il gusto del momento. Così Excuse-moi e La vie non possono che attirare l’attenzione per la loro freschezza “esotica” e per i loro ritornelli martellanti. Se aggiungiamo la presenza di potenti chitarre rock e di ritmi in levare sparsi ovunque (il bel singolo Game Over è un esempio perfetto di questa commistione), è facile intuire che questo disco ha tutti gli ingredienti per fare breccia nei cuori dei programmatori radiofonici e non solo. (Katia Del Savio)

Advertisements
Tagged , , , , , , , , , , , , ,

PALETTI, QUI E ORA, SUGAR 2015

paletti-svela-copertina-e-data-duscita-del-nuovo-album

Il passato da sound designer di Paletti si sente eccome, in questo densissimo secondo disco, in cui ci si tuffa completamente negli anni ‘80. A chi è cresciuto in quel periodo, non amando troppo le sonorità eltettropop, nel 2015 suscita un sentimento capovolto: un effetto nostalgia che fa apprezzare Qui e ora. E così ascoltare oggi batterie elettroniche martellanti e voce distaccata, un po’ Alberto Camerini e un po’ Krisma, ci riappacifica con quel mondo attraverso il talentuoso Paletti. Ovviamente l’album non è solo questo. Paletti ha un’ottima capacità di scrittura delle melodie che si appiccicano in testa e che non annoiano mai, accompagnate da una vocalità duttile (ne Il suono del silenzio, ad esempio assume una rotondità quasi irriconoscibile). Ma è la parte musicale, che mescola armonicamente pop ed elettronica a colpire maggiormente, a dare una marcia in più alla produzione di Paletti. Non è l’unico che ultimamente ha deciso di mischiare le carte del cantautorato: con Colapesce e Cosmo, ad esempio, con le dovute differenze, Paletti si trova in buona compagnia, . A questo punto si può scegliere fra due strade: ascoltare Qui e ora pensando che sia poco originale perché prima di lui altri (vedi Bluvertigo) hanno scelto il suo stesso stile o quella di lasciarsi andare e apprezzare un piacevolissimo e ottimamente prodotto disco pop. Io ho scelto di percorrere la seconda. (Katia Del Savio)

Tagged , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,
Advertisements
%d bloggers like this: